l'immagine rappresenta un particolare della biblioteca del Museo
Homepage <

I SERVIZI

Regolamento della biblioteca del MTSN


Consultazione e prestiti

Richiesta di opere in consultazione
Per ogni opera richiesta va compilato il modulo apposito con tutte le informazioni richieste. Non si danno in consultazione più di tre opere contemporaneamente. Per i periodici non si danno in consultazione più di cinque annate (o eventualmente volumi rilegati) per volta.
La consultazione delle opere e dei periodici esposti nelle sale è libera con l'unica esclusione della sezione Tesi-Manoscritti per cui si richiede la compilazione del modulo per la richiesta di opere in consultazione. Le opere consultate vanno lasciate sui tavoli per evitare errori di collocazione negli scaffali.
Per la consultazione di opere delle sezioni Libro antico e Carte antiche è richiesto sempre un documento di identità (i dati anagrafici dell'utente assieme agli estremi dell'opera data in consultazione verranno annotati su un apposito registro). Il documento verrà restituito alla riconsegna dell'opera.

Prestito a domicilio
Tutti coloro che abbiano compiuto 14 anni possono avere opere in prestito a domicilio. Al primo prestito viene richiesto un documento d'identità per l'archivio interno della biblioteca. Per ogni opera richiesta va compilato un modulo di prestito. Non si prestano più di due opere per volta, arrivando a tre se una o più sono estratti.
La durata del prestito è di venti giorni, prorogabili fino a un massimo di altri venti se nel frattempo l'opera non è stata richiesta da altri utenti. I ritardi nella riconsegna delle opere vengono riportati nell'archivio interno della biblioteca. Dopo tre ritardi l'utente viene sospeso dal prestito.
L'utente è tenuto a restituire le opere avute in prestito nello stesso stato in cui le ha ricevute. Chi smarrisce o deteriora l'opera avuta in prestito è tenuto a rifondere alla biblioteca il doppio del valore venale dell'opera, oppure, qualora si tratti di un esemplare fuori commercio, al doppio del suo valore a stima del direttore.

Materiali esclusi dal prestito
Sono esclusi dal prestito:

Fotocopiatura e fotoriproduzione

È possibile fotocopiare le opere avute in consultazione con la macchina disponibile in biblioteca nelle modalità stabilite dalle leggi vigenti. Ciascun utente è responsabile dell'uso che fa di questo servizio.

Sono escluse dalla fotocopiatura le tesi di laurea, i manoscritti, le opere stampate prima del 1900 e qualunque opera che, a giudizio dei bibliotecari, potrebe subire un danno da questo.

Per particolari esigenze è concessa la fotoriproduzione di opere avute in consultazione in biblioteca. La fotoriproduzione sarà a cura dell'utente. A giudizio dei bibliotecari potranno essere escluse da questo servizio le opere che da ciò potrebbero subire un danno.


Uso della sala interna
La sala interna si intende dedicata ad esigenze particolari di studio quali la consultazione di materiale cartografico, antico o di pregio con priorità per il personale di ricerca del Museo. Per esigenze di spazio e a giudizio dei bibliotecari potranno essere ammessi anche utenti che non abbiano queste particolari esigenze di studio.

Comportamento
I frequentatori devono mantenere un comportamento tale da non recare disturbo agli altri utenti. In particolare si richiedono il silenzio e la cura del materiale avuto in consultazione.

I bibliotecari potranno allontanare le persone che non rispetteranno queste norme. Nei casi più gravi, su proposta dei bibliotecari il Consiglio di amministrazione del Museo potrà interdire l'utente dall'uso della biblioteca per un periodo determinato o per sempre.