Gruppo Micologico G. Bresadola

Norme per gli autori

Il "Bollettino del Gruppo Micologico G. Bresadola - Nuova Serie" pubblica articoli originali riguardanti tassonomia, sistematica, morfologia ed ecologia dei macromiceti, con particolare riguardo alla micoflora italiana ed europea; sono ben accetti articoli di impronta divulgativa. Articoli riguardanti altri argomenti potranno essere eccezionalmente pubblicati se approvati dal Comitato di Redazione (C.d.R.); non vengono di norma pubblicati cataloghi floristici o micocenologici. Tutti gli articoli saranno sottoposti alla revisione del C.d.R., che si riserva la possibilità di avvalersi del parere di uno o più revisori esterni. Gli Autori saranno informati dal C.d.R. riguardo l'accettazione del manoscritto e/o la necessità di eventuali modifiche. Nel caso di pubblicazione di nuovi taxa o combinazioni è apprezzata la revisione preventiva del manoscritto da parte di uno specialista del settore. Gli Autori sono inoltre vivamente invitati a depositare gli eventuali typus presso un erbario istituzionale.

Si raccomanda a tutti gli autori di preparare per ogni articolo una parte introduttiva che chiarisca in un linguaggio comprensibile anche ai principianti i contenuti dell'articolo, facilitandone la comprensione ad ogni lettore. Obiettivo primario del Comitato di Redazione è anche quello di rendere leggibile l'intera rivista a tutti, e gli autori sono invitati a contribuire a questo obiettivo.

Tutti gli articoli ed eventuali comunicazioni dovranno essere inviati al seguente indirizzo:

Gruppo Micologico G. Bresadola
C.P. 393
38100 Trento

Gli articoli possono essere scritti in italiano, tedesco, inglese, francese o spagnolo; gli articoli in lingua straniera saranno di norma tradotti e pubblicati in lingua italiana, salvo nei casi in cui la brevità del testo consenta la pubblicazione del testo sia in italiano che nella lingua originale. Si prega di spedire gli articoli o come dattiloscritto o su dischetto per sistemi DOS/Windows (teso ASCII o formato Microsoft Word); dovrà in ogni caso essere fornita una copia su carta di tutte le parti dell'articolo.

Per la stesura degli articoli si prega di seguire la traccia seguente:

  • Titolo, nome e indirizzo dell'autore o degli autori.
  • Riassunto dell'articolo; gli Autori sono caldamente invitati a fornire due riassunti, uno breve da pubblicare in italiano ed uno più esteso (fino a una pagina) da pubblicare in inglese, che comprenda le principali osservazioni e conclusioni tassonomiche. La traduzione in inglese può essere eventualmente effettuata dal C.d.R..
  • Keywords (non più di dieci).
  • Parte centrale.
  • Ringraziamenti e bibliografia.

La parte centrale del testo può essere liberamente sviluppata dall'autore; si raccomanda comunque di attenersi in linea di massima alla struttura degli articoli apparsi nei numeri più recenti della rivista. La bibliografia dovrà comprendere, in ordine alfabetico, le sole opere richiamate all'interno dell'articolo. I riferimenti all'interno del testo saranno indicati come nei seguenti esempi: "di diverso parere è, ad esempio, BLUM (1976)…", "come notato da diversi autori francesi (BON 1980, COURTECUISSE 1994)…". Per la citazione delle opere in bibliografia ci si attenga al seguente schema:

Articoli:

ENDERLE, M. & KRIEGLSTEINER, G.J. (1989) - Die Gattung Lepiota (Pers.) S.F. Gray emend. Pat. in der Bundesrepublik Deutschland (Mitteleuropa). Z. Mykol. 55 (1): 43-104.

FILLION, R. (1995) - Une nouvelle espèce de lépiote hygrophile dècouverte dans le Jura. Lepiota jacquieri sp. nov.. Bull. Féd. Mycol. Dauphiné-Savoie 138: 22-25.

Libri:

COURTECUISSE, R. & DUHEM, B. (1994) - Guide des Champignons de France et d'Europe. Lausanne.

KÜHNER, R. & ROMAGNESI, H. (1953) - Flore analytique des champignons supérieurs. Paris.

Le citazioni bibliografiche faranno riferimento all'intero articolo o libro, e non solo alle pagine consultate.

Gli Autori sono invitati a servirsi delle abbreviazioni comunemente in uso in altri periodici scientifici; in particolare, per gli autori, "Authors of fungal names" (Index of Fungi, supplemento 1992), per riviste e libri "Flora Agaricina Neerlandica" (abbreviazioni).

I dati relativi alle raccolte esaminate, se non si tratta di citazioni letterali di materiale d'erbario, dovranno essere forniti secondo il seguente schema (tra parentesi le informazioni opzionali): Paese, data, località, regione, (riferimento cartografico, altitudine, habitat), raccoglitore(i), determinatore(i). Erbario, collezione e numero. Per le sigle degli erbari si invita a fare riferimento a "Index Herbariorum".

È apprezzato il deposito degli holotypus o di isotypus dei nuovi taxa pubblicati sul "Bollettino" presso l'erbario del Museo Tridentino di Scienze Naturali (TR).

Gli articoli possono essere corredati da disegni in bianco e nero o da fotografie (preferibilmente diapositive) o tavole a colori. Le fotografie dei caratteri microscopici vengono generalmente pubblicate in bianco e nero. Si prega di specificare chiaramente l'autore di ogni fotografia o tavola a colori e la didascalia di ogni illustrazione. Si invitano gli Autori a corredare le immagini a colori con alcune righe di testo che sottolineino le caratteristiche più interessanti della specie illustrata. Il C.d.R. si riserva il diritto di suggerire l'eliminazione o la sostituzione delle immagini qualora queste non fossero di qualità sufficiente.

Il C.d.R. provvederà a spedire agli Autori le prime bozze degli articoli, che dovranno essere rispedite corrette al più presto possibile. Per ogni articolo pubblicato gli Autori riceveranno in omaggio 5 copie della rivista e 30 estratti dell'articolo.