Proposte educative

Il Museo quale luogo di esperienza

“Val più una testa ben fatta che una testa ben piena”. Questa sagace considerazione di Montaigne, oggi ripresa da Edgar Morin, è diventata il motto ispiratore dell’azione educativa del Museo Tridentino Scienze Naturali.

Il compito che ci si è dato è di creare un ambiente favorevole all’apprendimento in cui la centralità è posta sull’esperienza che l’oggetto o l’installazione scientifica ci permette di vivere. Con il passaggio dal reperto all’esperienza si opera dunque un cambiamento molto importante del modo di intendere il museo e l’esperienza maturata in tanti anni di mostre interattive ci convince sempre più dell’utilità di questo approccio. Sono dalla nostra parte le numerose interviste e ricerche svolte durante le precedenti mostre ed attività educative che dimostrano come per la maggior parte degli studenti la soddisfazione per la visita abbia coinciso sostanzialmente con la possibilità di partecipare ad un’attività, di fare un’esperienza.

Ecco che il ruolo innovativo del museo, considerato tacitamente la sua funzione di conservare la memoria, è quello di favorire la formazione, l’aggiornamento, la ricerca. Per questo motivo il museo deve andare oltre la sua funzione di luogo di contemplazione e puntare a coinvolgere attivamente il visitatore nella nuova dimensione di museo come centro di elaborazione e produzione di saperi. Così facendo il successo del museo non sarà misurabile solo in base al numero dei visitatori ma anche e soprattutto in relazione alla sua reale capacità di generare cultura.

Nel caso della mostra “I giochi di Einstein” crediamo che questo obiettivo sarà raggiunto. Innanzitutto la mostra nasce da una stretta collaborazione con il Dipartimento di Fisica dell’Università di Trento e in particolare con il Laboratorio di Comunicazione delle Scienze Fisiche. La messa in comune dell’esperienza didattica del museo e dell’università nella costruzione di tutti i passaggi della mostra, dalla individuazione e progettazione delle installazioni interattive, alla costruzione di una “trama” narrativa, sicuramente hanno generato un prodotto educativo assai curato. La disponibilità di IPRASE a sostenere un gruppo di consulenza costituito da docenti dei tre ordini di studio ha permesso di affinare ulteriormente e di segmentare il processo di interpretazione della mostra e di indirizzare lo “stile” di accompagnamento alla visita che verrà proposto alle scuole. Per questa funzione il Museo e il Laboratorio di Comunicazione delle Scienze Fisiche hanno realizzato una rigorosa attività di formazione per le guide accompagnatrici che sono state selezionate dal consistente parco di giovani laureati in materie scientifiche dell’Università di Trento.

 Le iniziative specificatamente progettate per la mostra “I giochi di Einstein” si integrano con la consistente offerta educativa del Museo e delle sue sedi territoriali e tematiche. Piace segnalare che nell’anno scolastico 2003 – 2004 queste iniziative sono state utilizzate dal 73% della popolazione scolastica trentina e, per quanto riguarda l’asse della Val d’Adige da oltre il 140% delle scuole elementari e medie.

Informazioni su http://www.mtsn.tn.it/didattica2005/.

torna su

Scheda informativa sui servizi educativi per la mostra

 

 Visite guidate gratuite per i docenti
Nei giorni 14, 15, 16 marzo, dalle 16.30 alle 18,30, si svolgeranno viste guidate alla Mostra dedicate ai docenti della scuola trentina. Il giorno 14 marzo  sarà dedicato ai docenti delle Scuole Superiori, il 15 a quelli delle Scuole Medie e il 16 ai docenti delle Scuole Elementari. È gradita la prenotazione.

 Visite guidate alla mostra
Su prenotazione, la vista alla mostra interattiva può essere arricchita dall’accompagnamento di operatori esperti che guideranno le classi nelle sale espositive, seguendo un percorso didattico espressamente studiato e calibrato a seconda delle fasce d’età. Agli studenti verranno consegnate schede e  materiali da utilizzare durante la visita e in successivi momenti di riflessione. Il percorso di accompagnamento e le modalità di interazione con la mostra sono stati progettati in collaborazione con docenti dei tre ordini scolastici coordinati da IPRASE - Istituto Provinciale per la Ricerca, l'Aggiornamento e la Sperimentazione Educativi

Durata dell’attività 1,5 ore.

Tariffa € 2,50/studente, gratuita per 2 insegnanti accompagnatori

 

Le visite guidate possono proseguire con un momento di approfondimento, a scelta tra:

 

 

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI:
Servizi educativi del Museo
tel. 0461 22 85 02 – fax 0461 27 03 85
E-mail:  sezione.didattica@mtsn.tn.it

web: www.mtsn.tn.it/didattica2005