Spaziale! l'astronomia in mostra. Museo Tridentino di Scienze Naturali - Trento
 

LA MOSTRA

Aristotele fa da guida alla PRIMA SEZIONE, dedicata al pensiero antico, dalle origini al Medioevo, caratterizzato dalle scoperte di  greci e arabi. Vengono indagati il rapporto antichissimo tra uomo e cielo, le prime testimonianze storiche delle misure astronomiche, il sistema tolemaico e, naturalmente, la filosofia di Aristotele.
Non è vero ma… ci credo!
Tutti abbiamo letto, almeno una volta, l’oroscopo basato sul nostro segno zodiacale. E forse ci abbiamo anche creduto, perché le previsioni astrologiche sembrano azzeccarci spesso. Ma c’è qualcosa di vero in tutto ciò? Lo scopriremo assieme.
Pietre dal cielo
Pietre provenienti dallo spazio, fonte di magici poteri secondo alcuni o di insondabili segreti per altri. Gli astronomi le studiano con attenzione per la loro antica origine cosmica, residuo della formazione del Sistema Solare e testimonianza dell’origine dei pianeti. In mostra troveremo degli esemplari unici.

osservazioni astronomiche alle Viotte del Bondone
 
 
La SECONDA SEZIONE presenta grandi scienziati del passato: Copernico, Keplero, Brahe, Galileo e Newton, così moderni nel loro pensiero critico. In questa parte troviamo illustrata anche la nascita del metodo scientifico.
Le piante e la gravità
Come crescono le piante nello spazio in orbita attorno alla Terra? Molti esperimenti a bordo delle Stazioni Spaziali abitate hanno mostrato risultati sorprendenti a questo proposito. Una postazione interattiva simula la crescita vegetale in condizioni dove la gravità non è l’unica forza presente: resteremo stupiti di fronte al risultato.
La Terra gira!
Se aveste ancora dubbi sul fatto che la Terra giri su se stessa, il pendolo di Foucault vi convincerà una volta per tutte. Grazie alla sua notevole lunghezza il pendolo mostra in maniera evidente la rotazione della Terra grazie allo spostamento apparente del suo piano di oscillazione. Scopriamo assieme come funziona.
 
 
La TERZA SEZIONE, presentata da Edwin Hubble, padre della cosmologia moderna, è riservata al pensiero contemporaneo, da Maxwell ad Einstein: l’elettromagnetismo, la relatività e il big bang, gli strumenti scientifici e il nuovo volto dell’Universo.
Uno specchio sulla Luna
Guardare la propria immagine riflessa da uno specchio sulla Luna sarebbe un bel problema: la nostra immagine, fatta di luce, si muove nello spazio a 300.000 km/s ed impiegherebbe quindi oltre due secondi per viaggiare dalla Terra alla Luna, andata e ritorno. Ogni nostro movimento verrebbe riflesso con due secondi di ritardo. Sperimentiamo questa stranissima sensazione.
Il pozzo della gravità
Come si muovono i pianeti attorno al Sole? Cosa succede se una cometa gli finisce troppo vicina? Con questo pozzo gravitazionale molto particolare potremo scoprire cosa succede all’orbita di un corpo celeste vicino ad una, due o tre stelle.

Spaziale: gli exibit


 
La QUARTA SEZIONE è dedicata al pensiero futuro ed alle prospettive di indagine scientifica dei prossimi anni. Testimonial della sezione è la scopritrice (assieme a Hewish) delle stelle di neutroni rotanti dette “pulsar”, Joclyn Bell.
Un salto nello spazio
Avete mai provato a fare un salto sulla Luna? Dovreste fare attenzione perché il vostro peso, circa sei volte inferiore a quello posseduto sulla Terra, vi porterebbe molto in alto! In condizioni di bassa gravità infatti, la nostra forza peso si riduce ma non quella muscolare: diventiamo così “atleti” capaci di saltare in alto anche parecchi metri. Non è pericoloso, ma divertentissimo.
Un bagno… nello spazio
Il bagno degli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale è molto diverso dai nostri, se non altro perché viene utilizzato in condizioni di caduta libera. In occasione della mostra un bagno del museo sarà allestito come fosse nello spazio, per un’esperienza indimenticabile.
 
 
La QUINTA ed ultima sezione indaga un territorio immenso, quello della fantasia e della fantascienza, da Verne a Star Trek. In mostra, guidati dal Cavaliere Jedi di Guerre Stellari, molte suggestioni derivanti dalla fiction letteraria e cinematografica messa in rapporto con la scienza. Viaggi fra le stelle e nel tempo, incongruenze e intuizioni scientifiche.
 
 
E INOLTRE…
Una ricca gamma di attività sono proposte da gennaio a giugno: corsi di astronomia per tutti, spettacoli e teatro scienza, musicali, conferenze con esperti del CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale) su astrologia, cartomanzia, previsioni e divinazioni sul futuro, ufologia e contattismo.
Un ciclo dei più avvincenti film di fantascienza, assieme alla presentazione di recenti pubblicazioni che riguardano lo spazio, ed una serie di attività laboratoriali, che si terranno alla Terrazza delle Stelle del Monte Bondone e al Planetario del Museo Tridentino di Scienze Naturali, daranno a tutti la possibilità di soddisfare la propria curiosità, di fantasticare, di ammirare gli astri e le costellazioni, di ascoltare narrazioni legate alla volta celeste ed alla mitologia del cielo.
In primavera, una sfilata della 501 Garrison Legione Italica, unico gruppo al mondo in costume ispirato alla saga di Star Wars riconosciuto dal regista George Lucas, animerà le vie di Trento.

 

 
 
     
 
piede
Museo Tridentino di Scienze Naturali di Trento Formazione e divulgazione scientifica